Slow Food si unisce alla Save the Bees Coalition: cittadini e apicoltori insieme per la lotta ai neonicotinoidi nell’UE!

Negli anni Novanta la Bayer e la Syngenta hanno sviluppato, e introdotto nel mercato dell’Unione Europea, un nuovo tipo di insetticida: si trattava dei cosiddetti “neonicotinoidi”. Gli apicoltori europei hanno subito dovuto affrontare un drammatico tasso di mortalità nei loro apiari quando le nostre terre agricole hanno cominciato a registrare un uso sempre più intenso di imidacloprid, thiamethoxam e clothianidin.

Neonicotinoidi e api: not a love story

Un nuovo studio, pubblicato ad agosto, ha evidenziato un chiaro legame tra gli insetticidi neonicotinoidi e la diminuzione in vasta scala delle api selvatiche in tutta l’Inghilterra.

Bisogna allora diventare tutti vegetariani?

C’è una città che già da tempo adotta una politica vegetariana. Si tratta della fiamminga Gent. La città ha elaborato una sua strategia sul cibo, improntata sulla filiera corta e un ridotto impatto ambientale, e promuove simbolicamente il “giovedì vegetariano”: tutti i cittadini sono invitati a mangiare vegetariano a casa, nelle mense, al ristorante almeno una volta alla settimana. Dopo Gent, altre otto cittadine belghe, 20 aziende e numerose scuole hanno partecipano all’iniziativa.