Città libere dai pesticidi

Dalla Svezia al Belgio numerose città hanno deciso di bandire definitivamente l’uso dei pesticidi. Nel 2009 gli Stati Membri dell’Unione europea hanno approvato la Direttiva 2009/128/EC del 21 ottobre 2009 sull’Uso sostenibile dei pòesticidi (Sudp) e il numero delle città che si liberano dai pesticidi sta crescendo.

La campagna Pesticide Free Towns, organizzata da Pesticide Action Network (Pan) Europe, illustra le misure prese da queste città e i risultati raccolti. L’esempio dato dalle autorità sarà uno strumento cruciale per aiutare tutti – cittadini e produttori – a prendere coscienza dell’urgente bisogno di gestire il nostro pianeta in modo responsabile e ragionevole.

btn-pesticide-free-towns-front

Come riportato da Pan Europe, i pesticidi sono considerati l’alternativa più economica e a breve termine mentre le conseguenze a lungo termine sull’ambiente e sulla salute umana sono totalmente ignorate. La soluzione sostenibile non è semplicemente quella sostituire i pesticidi con metodi alternativi (biologici o meccanici) per rimuovere le erbacce. Ciò di cui abbiamo veramente bisogno è un cambiamento totale nel nostro modo di vedere l’ambiente.

L’iniziativa fornisce esempi e suggerimenti pratici su metodi preventivi, alternative ai diserbanti e azioni di sensibilizzazione alle città che vorrebbero liberarsi definitivamente dei pesticidi.

Pesticide_Free_Towns_1

Carlo Petrini, presidente di Slow Food, è citato sul sito della campagna: «Ognuno di noi ha il diritto di vivere in un ambiente sano, privo di pesticidi. Allo stesso tempo, ognuno di noi è responsabile della salute e della bellezza dei paesaggi che lo circondano. Ogni giorno, per esempio, scegliamo cosa mangiare, insieme decidiamo come il nostro cibo viene coltivato e se deve essere trattato con i pesticidi. Come cittadini possiamo agire individualmente o collettivamente per assicurarci che l’ambiente in cui viviamo sia sano e piacevole. Gli orti urbani comunitari e quelli famigliari sono tra i più eccellenti esempi di spazi riconvertiti alla convivialità. E’ compito dei comuni aprirsi al dialogo con i cittadini per trovare soluzioni condivise e sviluppare proposte per spazi urbani liberi da pesticidi, dove si coltivi la biodiversità e la convivialità, per il benessere di tutti. Solo così avremo città dinamiche e rigogliose».

Per saperne di più: www.pesticide-free-towns.info

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes No