Brevettare la vita? No!

Lo scorso dicembre il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione in cui si chiedeva di vietare i brevetti di piante ottenute tramite la tradizionale selezione vegetale. I deputati, sorpresi dalla decisione dell’Ufficio europeo di concedere questi brevetti, auspicavano un urgente chiarimento delle norme UE esistenti e la tutela dell’accesso dei produttori al materiale biologico.  brevetti

Già nel 2012 il Parlamento aveva posto diversi vincoli alla brevettabilità di “procedimenti essenzialmente biologici” andando verso un sostanziale divieto dei brevetti di varietà, accessioni ed ecotipi tradizionali. Tutto questo non sembra però fermare le multinazionali che chiedono sempre più brevetti su frutta, verdura, raccolti e bestiame e hanno il controllo non solo sui prezzi ma anche su ciò che può essere coltivato e consumato. Non ultima la Syngenta, che ha appena ottenuto un brevetto per una nuova varietà di pomodoro, sulla base dell’alto contenuto di flavonoli.

“L’agricoltura mondiale – ha dichiarato Carlo Petrini in un video in occasione della Fiera Slow Food di Stoccarda – ha bisogno di essere liberata dall’invadenza dei brevetti che vengono realizzati sui prodotti della natura. I semi sono una proprietà delle comunità e dei popoli. Non possono essere proprietà privata. Dobbiamo lavorare per evitare che la percentuale di semi, proprietà di multinazionali, cresca. Oggi, nel mondo, l’80% dei semi è proprietà di multinazionali. Stiamo parlando di vera e propria violenza. È necessario costruire delle banche territoriali dei semi, fruibili da parte di tutti i contadini e in cui possano scambiare i loro semi e crescere. Se questo 80% di brevetti raggiungerà il 100% non ci sarà più storia per l’agricoltura e la storia dell’agricoltura sarà finita”.

È urgente fermare ogni ulteriore abuso sulla nostra agricoltura e sui piccoli produttori. Per far questo, Slow Food ha aderito alla campagna Brevettare la vita? No! insieme alla coalizione No patents on seeds! e a numerose altre ONG internazionali.

 

Guarda il video messaggio di Carlo Petrini.

Firma anche tu la petizione Brevettare la vita? No!

Leggi il documento di posizione Slow Food sui semi.

 

 

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes No