160 trattori e 33.000 persone a meno 2 gradi

Wir haben es Satt! Che una manifestazione riesca a radunare più di 30 mila persone non è scontato, soprattutto se si organizza con le temperature gelide di gennaio a Berlino.

Ma dal 2011 la manifestazione “Wir haben es Satt!”, ovvero “non ne possiamo più!”, riesce a portare tutti gli anni a gennaio migliaia di cittadini e di contadini in una marcia che dalla stazione centrale di Berlino si conclude alla porta di Brandeburgo. I messaggi della manifestazione sono chiari: meno agro-industria e più aziende agricole, no a OGM e neonicotinoidi, meno consumo di carne e maggiore benessere animale, per i diritti dei contadini, per un’Europa solidale.

A sottolineare questi messaggi, in occasione del 20 gennaio 160 trattori si sono radunati a Berlino per aprire la manifestazione. 160 trattori provenienti da diverse regioni del paese e con numerosi giorni di strada alle spalle per raggiungere la capitale. 160 trattori guidati da contadini e contadine, spesso accompagnati in cabina dai figli.

La forza della manifestazione è proprio quella: mettere insieme produttori e cittadini. Queste migliaia di persone forse non sono riuscite a cambiare ancora le politiche, ma sicuramente hanno dettato i temi discussi in occasione dell’incontro dei ministri dell’agricoltura europei e mondiali che si incontrano a Berlino tutti gli anni negli stessi giorni.

Slow Food Germania fa parte della coalizione di oltre 50 organizzazioni che organizzano la manifestazione e insieme fanno fronte unito per la sovranità alimentare.

In particolare i giovani di Slow Food fanno da protagonisti. Dal 2011 ad oggi, alla vigilia della manifestazione, i giovani hanno organizzato la disco soupe più grande del mondo. Quest’anno, 1300 giovani si sono presentati per pelare e tagliare 2 tonnellate e mezza di verdure recuperate. Chi era a corto di coltelli e taglieri, ballava al suono della musica aspettando il suo turno per preparare la zuppa. E nonostante il venerdì sera, decine di giovani e meno hanno partecipato alle discussioni organizzate in concomitanza con la disco soupe.

Anche sul palco alla porta di Brandeburgo, al termine della manifestazione, le voci giovani giovani di Slow Food hanno detto la loro: Sebastian Junge e Marta Messa sono intervenuti davanti a 33 mila persone, portando i messaggi della nostra rete.

La manifestazione di Berlino è un successo che ci ispira in tutta Europa.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes No