Featured news

Voci fuori dal coro a Bruxelles

Voci fuori dal coro a Bruxelles

Portare il messaggio di Slow Food – cibo buono, pulito e giusto per tutti – all’interno della “bolla di Bruxelles” non è una passeggiata.

Continue

L’allarme di un panel di esperti: le grandi fusioni sono un pericolo per il nostro sistema alimentare

Grandi fusioni, grandi problemi. È ciò che sostiene l’International Panel of Experts on Sustainable Food Systems (IPES – Food) nel suo ultimo report dal titolo “Troppo grandi per nutrire: l’impatto delle grandi compagnie e del consolidarsi di concentrazioni di potere nel settore agro-alimentare”, reso pubblico a Roma lo scorso 13 ottobre.

Continue

Collegare i punti: un nuovo report dell’IPES-Food sul legame tra cibo e salute

IPES-Food presenta un nuovo report in occasione della riunione del Comitato per la Sicurezza Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite.

Continue

Cheese 2017: si inaugura Slow Food Central Europe, progetto per valorizzare il cibo come patrimonio immateriale

Undici partner di cinque Stati membri (Italia, Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia) si incontreranno a Bra (Italia) in occasione di Cheese 2017 per inaugurare ufficialmente Slow Food Central Europe, un progetto finanziato dal programma UE Interreg Central Europe.

Continue

La nostra idea di Europa

Da oltre 20 anni, Slow Food difende i piccoli produttori artigianali e sensibilizza i consumatori per creare un sistema alimentare più sostenibile, basato sul piacere e sulla condivisione di un cibo buono, pulito e giusto.
Oggi è giunto il momento di dialogare con le istituzioni europee per promuovere la nostra filosofia e per trovare soluzioni comuni. Questa collaborazione è fondamentale per definire politiche migliori, capaci di gestire i paradigmi della produzione alimentare e i problemi a essi correlati, come il cambiamento climatico, il rischio di perdita di biodiversità e il nostro impatto sui Paesi in via di sviluppo.
Le politiche future influenzeranno tutti noi. Ecco perché invitiamo tutti i cittadini europei a partecipare al dibattito… e a unirsi a Slow Food!