Featured news

Slow Food. Quali conseguenze con la Brexit sul sistema alimentare?

Slow Food. Quali conseguenze con la Brexit sul sistema alimentare?

A pochi giorni dagli European Days of Action, in occasione dei quali i cittadini europei scendono in piazza per chiedere un migliore sistema alimentare e agricolo, la rete di Slow … Continua

Continue

Slow Food-CE: la città di Kecskemét si impegna a favore dei piccoli produttori, dell’educazione e della condivisione

Kecskemét si trova nell’Ungheria centro meridionale, nel bel mezzo della Grande pianura ungherese. La sua posizione, al centro di vie commerciali e di aree fertili, ne ha consentito da sempre uno sviluppo lento ma costante. Le condizioni climatiche e il terreno pianeggiante che la circonda, inoltre, fanno della città un importante centro agricolo. Oggi però anche l’industria si è ampiamente sviluppata, in particolare nel settore alimentare. La trasformazione del tessuto economico e sociale è avvenuta molto velocemente, dando largo spazio alla globalizzazione e mettendo a rischio, spesso, tradizioni e produzioni locali.

Continue

Un futuro Piano europeo per le Proteine richiede un approccio a 360°

Con l’avvicinarsi della presentazione di un futuro piano europeo per le proteine in occasione della conferenza ad alto livello di Vienna a fine novembre, Slow Food chiede alla Commissione europea di non scendere a ulteriori compromessi per garantire un’offerta sostenibile di colture proteiche per il consumo umano, e di tenere conto di tutte le questioni sensibili sollevate dalla società civile. Slow Food riconosce che un nuovo piano per le proteine può essere un’opportunità per l’Europa, ma se non affronta il tema della produzione animale intensiva né esplora opzioni più ampie per diversificare la produzione di proteine, rischia di diventare una causa persa. Una minaccia per i produttori su piccola scala.

Continue

Slow Food si unisce all’iniziativa dei cittadini europei per porre fine all’uso delle gabbie

Slow Food è convinta che gli animali paghino un duro prezzo nell’attuale sistema produttivo e si unisce all’iniziativa, lanciata il 25 settembre da Compassion in World Farming. Da sempre, l’associazione crede che le gabbie usate nell’allevamento siano un grave problema e che sia essenziale garantire che gli animali abbiano la possibilità di esprimere i propri comportamenti naturali.

Continue

La nostra idea di Europa

Da oltre 20 anni, Slow Food difende i piccoli produttori artigianali e sensibilizza i consumatori per creare un sistema alimentare più sostenibile, basato sul piacere e sulla condivisione di un cibo buono, pulito e giusto.
Oggi è giunto il momento di dialogare con le istituzioni europee per promuovere la nostra filosofia e per trovare soluzioni comuni. Questa collaborazione è fondamentale per definire politiche migliori, capaci di gestire i paradigmi della produzione alimentare e i problemi a essi correlati, come il cambiamento climatico, il rischio di perdita di biodiversità e il nostro impatto sui Paesi in via di sviluppo.
Le politiche future influenzeranno tutti noi. Ecco perché invitiamo tutti i cittadini europei a partecipare al dibattito… e a unirsi a Slow Food!