Oliviero Toscani per i Presìdi Slow Food

Nuova collaborazione tra Slow Food e il rinomato fotografo Oliviero Toscani, il quale ha puntato il suo obiettivo su 63 prodotti di Presìdi Slow Food provenienti da tutto il mondo, 63 scatti attualmente visibili online: http://www.fondazioneslowfood.it/olivierotoscani/. Un affresco composto dai prodotti dei Presìdi Slow Food arrivati dai paesi più diversi (Sierra Leone, Romania, Italia, Brasile e molto altro ancora).

«Siamo tutti diversi e in questo non c’è nulla di strano», ci racconta Oliviero Toscani. «Il problema di oggi, e la stessa cosa vale per il cibo, è che abbiamo paura della diversità, che ci rende insicuri, e preferiamo essere sicuri della nostra mediocrità».  Gli fa eco Carlo Petrini, fondatore e presidente di Slow Food. «Trent’anni fa l’attenzione per il cibo era inesistente, ora abbiamo addirittura esagerato: non esiste canale televisivo che non trasmetta programmi di cucina. Il cibo potrà renderci liberi se tornerà a essere il “nostro” cibo, in tutti i modi esistenti e immaginabili, secondo le diverse culture e inclinazioni».

I Presìdi Slow Food sostengono le produzioni di qualità a rischio di estinzione; proteggono regioni ed ecosistemi unici; recuperano metodi di lavorazione tradizionali e salvaguardano razze animali autoctone e varietà vegetali locali. Esistono oltre 400 Presìdi in più di 60 Paesi nel mondo.

Le foto sono ora esposte nella mostra “Cibo e libertà” allestita all’interno delle cantine Petra a Suvereto (Livorno).

  • Did you learn something new from this page?
  • yesno