Coltivare il cambiamento – Le donne protagoniste nella raccolta del caffè di Puebla

10 Apr 2024

Salite in sella e preparatevi a un viaggio attraverso le pittoresche montagne settentrionali di Puebla, in Messico. Dopo un’ascesa di 1.000 metri, si arriva al Rancho La Victoria, una storica piantagione di caffè.

 

 

 

 

 

A guidare questo patrimonio è Efraín Lechuga, agricoltore di quarta generazione, che ha studiato in Europa e lavorato in tutto il mondo, prima di tornare al Rancho La Victoria come le generazioni che lo hanno preceduto. È lì che, insieme ad altri membri della comunità locale, ha fondato la Comunità Slow Food “Productores de Café Sustentable Cuaxtla Sierra Negra”.

© Justo Eduardo Marin Arce

La stagione della raccolta

A differenza delle aziende convenzionali e della fretta che ne caratterizza i ritmi di produzione, i chicchi del Rancho La Victoria vengono lasciati maturare per tutto il tempo necessario, nutriti dall’abbraccio gentile del territorio montano, che fornisce l’ombra necessaria grazie alle piante azotofissatrici, estese sul 60% della superficie interessata, e agli alberi autoctoni che ricoprono il restante 40%. Questa vegetazione crea una calotta protettiva naturale sulle piante di caffè.

Dal seme al sorso, la differenza tra il caffè commerciale e quello di qualità coltivato in agroforestazione è evidente. La prima differenza importante riguarda la raccolta: per il caffè commerciale si usano grandi macchinari che raccolgono meccanicamente le drupe, tutte allo stesso tempo, in una volta sola. Nel sistema agroforestale, invece, il caffè viene coltivato insieme ad altre piante e raccolto a mano. Per ottenere un caffè di alta qualità, un fattore determinante è effettuare la raccolta solo quando i chicchi sono perfettamente maturi. Al Rancho La Victoria, questo richiede fino a quattro o cinque passaggi per ogni pianta. Il caffè viene poi lavorato entro poche ore dalla raccolta, per garantirne la qualità. La polpa della drupa viene rimossa per separarla dal seme – il chicco di caffè vero e proprio; i chicchi vengono poi fatti fermentare, lavati ed essiccati al sole per diversi giorni prima di raggiungere il grado di umidità ottimale.

Ogni anno, il Rancho La Victoria regala a ogni lavoratore o lavoratrice una quantità di caffè tostato sufficiente per il suo consumo annuale, in modo che anche loro possano godere del caffè che hanno contribuito a produrre.

L'economia della raccolta del caffé

Tradizionalmente, i raccoglitori di caffè vengono pagati al chilogrammo e questo può rappresentare un problema, nella misura in cui il caffè ha un tempo di maturazione disomogeneo durante la stagione, e i raccoglitori possono essere tentati di raccogliere anche i chicchi caffè non ancora perfettamente maturi, per guadagnare di più.

Il Rancho La Victoria adotta invece un approccio differente. Alle raccoglitrici viene lasciato tutto il tempo necessario per selezionare con cura solo le drupe più mature, venendo pagate al chilogrammo durante il picco della stagione, quando le piante sono cariche di chicchi maturi, mentre negli altri periodi vengono pagate per giornata di lavoro. Chi ha una mansione specifica, come la raccolta del caffè per i micro lotti, viene pagata a giornata. Il pagamento può essere anche misto, assicurando un salario di base per la giornata lavorativa, a cui si aggiunge un extra se il prezzo al chilogrammo supera il salario base giornaliero.

Quest’anno, il prezzo del caffè sul mercato è sceso così tanto che molti produttori hanno rinunciato alla raccolta stagionale, perché pagare i raccoglitori sarebbe costato più del ricavato della vendita sul mercato.

La Victoria, grazie alle sue pratiche sostenibili e alla qualità del suo caffè, riesce invece a vendere il suo caffè al di fuori del mercato tradizionale, a un prezzo stabilito direttamente con gli acquirenti, trovando una maggior resilienza alle continue fluttuazioni a cui è soggetta la produzione di caffè.

È tempo di un mutamento di prospettiva

Mentre i coltivatori lottano per sbarcare il lunario, diventa sempre più difficile ascoltare l’appello alla sostenibilità. Dai produttori ai consumatori, dobbiamo riconoscere il vero valore del caffè al di là del suo prezzo. Comprendendo e sostenendo il viaggio dei chicchi dalla fattoria alla tazzina, possiamo creare una filiera equa e sostenibile per tutti coloro che vi partecipano, godendo di un caffè migliore.

Unitevi a noi nella sfida di ridefinire il ruolo del caffè nelle nostre comunità e nel mondo.

Blog & news

Change the world through food

Learn how you can restore ecosystems, communities and your own health with our RegenerAction Toolkit.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Full name
Privacy Policy
Newsletter