Alla scoperta del ricco patrimonio del caffè dell’Arabia Saudita: Dalla tradizione alla sostenibilità.

Esplorando la cultura del caffè in Arabia Saudita: quando la tradizione incontra l'innovazione.

07 Mar 2024

Come simbolo di ospitalità e connessione sociale, il caffè occupa una posizione speciale nella cultura dell’Arabia Saudita. Il caffè tradizionale saudita, conosciuto come qahwa o gahwa, è una miscela di chicchi di arabica leggermente tostati e infusi con spezie come cardamomo, zafferano o chiodi di garofano, spesso servito con datteri e dolcetti. Servire il caffè è un gesto carico di calore e generosità, una pratica comune durante gli incontri sociali e le riunioni familiari.

Recentemente, l’Arabia Saudita si è avvicinata alle nuove tendenze nel mondo del caffè, mostrando un crescente interesse per i chicchi di alta qualità e le tecniche artigianali di preparazione. La produzione di caffè nel paese si concentra principalmente in quattro regioni principali: Asir, Jazan, Baha e, più recentemente, Najran. Queste aree giocano un ruolo fondamentale nell’industria del caffè del paese, impegnandosi costantemente a migliorare la qualità e la sostenibilità della produzione. In aggiunta, si pone una notevole enfasi sulla valorizzazione del caffè prodotto localmente rispetto alle fonti esterne, con l’intento di sostenere i produttori locali e di sensibilizzare i consumatori sauditi sull’importanza di preferire prodotti di provenienza nazionale. Questo riveste un’importanza fondamentale per Slow Food, poiché uno dei suoi obiettivi primari è quello di conservare più di 80 varietà antiche di caffè coltivate per oltre 400 anni in Arabia Saudita, evidenziando così la ricchezza e la diversità della cultura del caffè nel paese.

In mezzo agli affascinanti paesaggi dell’Arabia Saudita, la Slow Food Coffee Coalition ha iniziato un viaggio di trasformazione per celebrare e conservare il ricco patrimonio del caffè del paese, collaborando con produttori locali, comunità e la Culinary Arts Commission.

In questo articolo potrete esplorare la vibrante cultura del caffè dell’Arabia Saudita e le più recenti iniziative della Slow Food Coffee Coalition per promuovere pratiche sostenibili e favorire il coinvolgimento della comunità. Inoltre, avrai l’opportunità di scoprire di più sul Culinary Arts and Gastro-Tourism Symposium tenutosi ad Abha, che ha evidenziato il ruolo significativo della Coalition nella definizione del futuro del caffè saudita.

Coltivazione e Conservazione del Caffè nella Regione di Asir

Situata nella regione sud-occidentale dell’Arabia Saudita, Asir è un’area rinomata per la produzione di caffè. Nelle sue zone ad alta quota, caratterizzate da climi freschi, le piante di caffè crescono rigogliose in un ambiente arricchito da una ricca storia culturale e agricola.

Nelle montagne di Soudha, i coltivatori praticano la terrazzatura delle piantagioni, coltivando caffè e altre piante fino a un’altitudine di 2.700 metri sul livello del mare, creando così un ambiente unico nella regione saudita. Nell’area montuosa di Thaa, la tradizione vuole che il caffè venga consumato senza l’aggiunta di spezie, e nonostante alcune piante abbiano tra i 50 e gli 80 anni, la loro resistenza ai cambiamenti climatici permette loro ancora oggi di produrre frutti.

Negli ultimi due anni, il dipartimento locale del Ministero dell’Ambiente, dell’Acqua e dell’Agricoltura ha attivamente promosso una banca dei semi mirata a raccogliere e analizzare varietà di colture locali e coltivate, focalizzandosi sulla comprensione della loro adattabilità ai diversi contesti e climi regionali. Collaborando con membri della vasta comunità scientifica interessata alla coltivazione del caffè in Arabia Saudita, questi sforzi giocheranno un ruolo fondamentale nell’approfondire la nostra comprensione della resilienza delle coltivazioni di caffè alla siccità, al gelo e alle varie altitudini dei paesaggi unici dell’Arabia Saudita.

Il Culinary Arts and Gastro-Tourism Symposium

Il Culinary Arts and Gastro-Tourism Symposium organizzato dalla Culinary Arts Commission, con il sostegno del Ministero della Cultura, gioca un ruolo fondamentale nella conservazione e nello sviluppo della cultura alimentare in Arabia Saudita. Il simposio, tenutosi ad Abha il 25 e 26 febbraio 2024, ha offerto un’opportunità unica per celebrare ed esplorare la diversa cultura gastronomica della regione di Asir, e trarre ispirazione dalle esperienze internazionali.

All’evento hanno partecipato esperti del settore alimentare, appassionati di cucina e operatori turistici, i quali hanno esplorato le tradizioni culinarie locali e globali. Durante l’evento sono stati presentati prodotti alimentari autentici e promosso il gastro-turismo. Attraverso workshop interattivi, talks e discussioni approfondite, i partecipanti sono stati stimolati ad apprendere da casi studio e a condividere opinioni sulle sfide e le opportunità nel settore del gastro-turismo.

Il simposio ha consolidato la reputazione di Asir come una destinazione culinaria degna di nota e ha suscitato iniziative per migliorarne l’eccellenza gastronomica.

In questa regione si è svolto un evento fondamentale che ha segnato l’inizio del lavoro della Slow Food Coffee Coalition in Arabia Saudita.

Organizzato dalla Culinary Arts Commission, ha incluso un workshop della Slow Food Coffee Coalition rivolto ai produttori locali e ha gettato le basi per la rete della Coalition in Arabia Saudita. Guidato dai coordinatori della Slow Food Coffee Coalition, Emanuele Dughera e Silvia Rota, insieme a Mario Cerutti, Chief Institutional Relations & Sustainability Officer del Gruppo Lavazza (uno dei principali partner della Coalition), e con il prezioso supporto di Ahmad Zaki Kamel di Slow Food Arabia Saudita, il workshop aveva l’obiettivo di facilitare la collaborazione e la condivisione di conoscenze tra i produttori di caffè.

Questo progetto ha rappresentato il primo passo verso la creazione della Slow Food Coffee Coalition in Arabia Saudita, coinvolgendo oltre 30 attori provenienti da tutte e quattro le regioni produttrici di caffè del paese. Il focus della rete della Coalition sarà sulla promozione di pratiche sostenibili e sulla valorizzazione del caffè saudita sia a livello nazionale che internazionale. Per iniziare, organizzeremo formazioni per gli agricoltori locali e istituiremo la prima comunità della Slow Food Coffee Coalition in Arabia Saudita, che sarà coinvolta negli scambi e negli eventi della Coalition, iniziando dal "World of Coffee" a Copenaghen a giugno 2024. Le attività mireranno a aumentare la consapevolezza sul caffè saudita, concentrandosi sulla comprensione delle varietà locali e delle loro caratteristiche. "

- Emanuele Dughera, coordinatore della Slow Food Coffee Coalition -

Più in generale, il coinvolgimento della Slow Food Coffee Coalition in Arabia Saudita rappresenta un altro passo significativo verso la promozione delle pratiche agricole sostenibili, la preservazione delle tradizioni culinarie e l’arricchimento del patrimonio gastronomico locale. Attraverso collaborazioni come quella con la Culinary Arts Commission e l’istituzione della Slow Food Coffee Coalition in Arabia Saudita, Slow Food continua a svolgere un ruolo chiave nella definizione di un sistema alimentare più buono, pulito e giusto per il futuro.

Blog & news

Change the world through food

Learn how you can restore ecosystems, communities and your own health with our RegenerAction Toolkit.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Full name
Privacy Policy
Newsletter