La nuova campagna di SLOW FOOD „Feed the Change“ mette il cibo in cima alla lista dell’agenda dell’UE in occasione delle elezioni europee

16 Apr 2024 | Italian

Slow Food è entusiasta di annunciare il lancio della sua ultima campagna, „Feed the Change“,  https://feedthechange.slowfood.com/ volta ad enfatizzare l’importanza della transizione verso sistemi alimentari sostenibili nel corso delle prossime elezioni europee, incoraggiando al contempo i cittadini dell’UE ad utilizzare il proprio voto a favore di tale transizione.

Con le elezioni europee ormai alle porte, Slow Food si impegna a garantire che il cibo e l’agricoltura sostenibili siano al centro del dibattito politico. Il cibo non è solo sostentamento: è un pilastro fondamentale della nostra società, che incide sulla nostra salute, sull’ambiente, sull’economia e sull’eguaglianza sociale.

Negli ultimi mesi, le decisioni assunte di recente dalla politica europea segnalano uno scoraggiante disinteresse per i problemi ambientali e la sostenibilità a lungo termine dei nostri sistemi alimentari. La revisione in corso della Politica Agricola Comune si sta traducendo nell’abbandono di tutte le ambizioni ambientali previste, lasciando l’agricoltura europea esposta al peggioramento degli impatti del cambiamento climatico e della perdita della biodiversità e mettendo ulteriormente a rischio sia i mezzi di sussistenza degli agricoltori che la salute del nostro pianeta. Ciò dimostra che è giunto più che mai il momento di schierarsi a favore di politiche concrete che sostengano la transizione verso sistemi alimentari sostenibili ed equi nell’UE.

Marta Messa, Segretario Generale di Slow Food, commenta: „Il cibo è una forza di cambiamento positivo, come testimonia la nostra rete globale. In Europa, vogliamo assicurarci che il cibo e i sistemi alimentari siano in cima all’agenda dell’UE del prossimo Parlamento e Commissione Europea: il cibo influisce su tutti gli aspetti della sostenibilità, che a loro volta passano attraverso il cibo. Sia che si parli di povertà, uguaglianza di genere o azione per il clima, ad esempio, il cibo è fondamentale per affrontare tutte queste problematiche“.

Attraverso „Feed the Change“, miriamo a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza delle politiche dell’UE per l’alimentazione e l’agricoltura e a sostenere politiche che promuovano sistemi alimentari sostenibili, supportino gli agricoltori locali e garantiscano l’accesso a cibo sano e nutriente per tutti i cittadini europei. Riteniamo che ponendo il cibo in cima alla lista delle priorità dell’UE, saremo in grado di creare un futuro più resiliente, equo e sostenibile per l’Europa.

Al centro della nostra campagna si trova un Manifesto realizzato per le prossime elezioni europee, in cui delineiamo cinque principali priorità politiche necessarie per far fronte alle sfide urgenti che i nostri sistemi alimentari e l’ambiente si trovano dinanzi. Tali priorità fungeranno da quadro per le nostre iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento dei responsabili politici, nonché da guida per i cittadini dell’UE nel giorno delle votazioni.

Nelle prossime settimane, in collaborazione con Good Lobby, organizzeremo un webinar (28 maggio) sull’importanza delle elezioni europee per il futuro del cibo. Ci confronteremo anche con gli stakeholder politici per amplificare il nostro messaggio e mobilitare il sostegno a favore di un cambiamento significativo. Inoltre, la rete di Slow Food promuoverà iniziative locali in tutta Europa, per incentivare ulteriormente gli obiettivi della nostra campagna a livello locale.

  • Da un lato, nell’ambito della campagna paneuropea di Good Food Good Farming, #VoteFutureEU, la nostra rete organizzerà conferenze, dibattiti, visite alle aziende agricole e molte altre iniziative in diversi paesi dell’UE, per rafforzare la consapevolezza sui vantaggi dei sistemi agroalimentari sostenibili e sull’importanza di votare per i candidati dell’UE che li sostengono.
  • Dall’altro, Slow Food Germania e Slow Food Italia condurranno una campagna sull’impatto (spesso sottovalutato) della politica commerciale sul sistema alimentare europeo, e più specificamente sulla necessità di introdurre misure e clausole speculari in tutti gli accordi commerciali dell’UE per i prodotti agroalimentari. Entrambe le associazioni di Slow Food hanno redatto report per far luce sulle disparità tra prodotti comunitari e prodotti extracomunitari attraverso l’analisi dei prodotti alimentari chiave prevalenti nelle rispettive regioni: carne bovina, soia, riso e mele.

„Invitiamo persone, organizzazioni e responsabili politici a unirsi a noi in questo importante sforzo per dare priorità al cibo buono, pulito e giusto nelle elezioni europee e per incoraggiare i cittadini dell’UE ad andare a votare“, conclude Messa.

Insieme, rendiamo il cibo una priorità assoluta nell’Unione Europea e lavoriamo per un futuro in cui tutti abbiano accesso a cibo buono, pulito e giusto.

Per ulteriori informazioni sulla nostra campagna e su come partecipare, visitare la nostra pagina web dedicata. https://feedthechange.slowfood.com/

 

Mit Lebensmitteln die Welt verändern

Erfahren Sie mit unserem RegenerAction-Toolkit, wie Sie Ökosysteme, Communities und Ihre eigene Gesundheit verbessern können.

Bitte aktiviere JavaScript in deinem Browser, um dieses Formular fertigzustellen.
Name
Privacy Policy
Newsletter