Certificazione Msc

Il Marine Stewardship Council (Msc), creato nel 1997 da Wwf e Unilever, è oggi la certificazione di pesce e frutti di mare più avanzata, ma anche la più discussa. Su scala planetaria, 2500 prodotti del mare hanno l’eco-certificazione blu del Msc: il 4% del totale del pescato mondiale registrato dalla Fao. I prodotti che sono in fase di valutazione rappresentano un altro 3% del pescato mondiale.

Il Wwf, in collaborazione con Unilever, sta studiando un sistema di certificazione dei prodotti dell’acquacoltura sul modello del Marine Stewardship Council. La nuova etichetta, che si chiamerebbe Aquaculture Stewardship Council, dovrebbe essere pronta tra un anno o due.

Molte Ong si oppongono violentemente: sostengono che i progetti di certificazione degli allevamenti di gamberetti e salmone servono solo gli interessi delle lobby imprenditoriali e sono finanziati, almeno in parte, dall’industria alimentare, in particolare Unilever.

Le associazioni accusano pure il Wwf di non considerare gli interessi dei popoli indigeni che vivono nelle zone degli allevamenti, rifiutando di invitare alle discussioni i rappresentanti delle comunità di sei regioni del mondo molto colpite dall’acquacoltura.

Per saperne di più, consulta le tavole rotonde del Wwf sull’argomento: aquaculture dialogues.