Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 

Per saperne di più   |   Attualità   |   Area Stampa

|

English - Français - Italiano - Español - Deutsch
 
 

Ricerca

   
   
 
 
 
 
Slow Fish - Le poisson bon, propre et juste
 
 

No grazie, non nel mio piatto


La standardizzazione dei comportamenti che caratterizza la nostra epoca si riflette anche nel consumo dei prodotti del mare e di acqua dolce: a tutte le latitudini si trovano alcune (poche) specie che vengono massicciamente commercializzate e corrono così il rischio di un eccessivo sfruttamento. Per rispondere alla forte richiesta di queste specie, si sono sviluppati gli allevamenti intensivi. Ma, lungi dall’essere una soluzione, l’acquacoltura spesso non fa che aggravare i problemi.

 

Una delle chiavi del cambiamento, come in altri settori, sta in una presa di coscienza collettiva dei consumatori.

Noi ti invitiamo a essere in prima linea in questo movimento e a decidere, tanto per cominciare, di non mettere più nel piatto pesci o frutti di mare di cui è largamente dimostrato che la pesca o l’allevamento, così come sono praticati oggi, sono un pericolo per l’ambiente.

 

L’elenco che ti proponiamo è molto limitato. Ti permetterà di innescare il cambiamento. Ma non è da scolpire nella pietra… Sono piuttosto i metodi di pesca e allevamento, e soprattutto la loro intensità, che devono attirare la nostra attenzione ed eventualmente preoccuparci. Metodi artigianali e responsabili per queste stesse specie possono essere del tutto difendibili. Al contrario, tecniche di cattura ferocemente efficaci applicate a specie ancora prolifiche possono portare a un rapido calo degli stock.

 

 


|
  No grazie, non nel mio piatto  
Slow Fish | Partners Lighthouse Foundation. Fondazione Slow Food per la Biodiversità ONLUS
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab