Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 

Per saperne di più   |   Attualità   |   Area Stampa

|

English - Français - Italiano - Español - Deutsch
 
 

Ricerca

   
   
 
 
 
 
Slow Fish - Le poisson bon, propre et juste
 

Ricerca

Inserisci una o più parole da ricercare negli articoli


 

Slow Fish in Azione


Giornate per la pesca sostenibile

La Condotta Slow Food di Madrid ha partecipato ancora una volta alla campagna Slow Fish, con il Programma per la difesa dei Mercados de Abastos (Mercati delle provviste). Una prima giornata nel Mercato madrileno di San Fernando (quartiere di Lavapiés), realizzata in contemporanea con l'evento di Slow Fish organizzato a Genova nel maggio del 2011, ha fatto sì che i partecipanti potessero assistere in diretta alla creazione di piatti a base di pesce sostenibile, di stagione, povero e a buon mercato (acciughe, palamita, sgombro, sardine) da parte dei cuochi Miguel López Castanier (ristorante "La Taberna de Liria") e Germán Berlanas Breña (ristorante "La Chalota").

 

La seconda parte della campagna di sensibilizzazione ha avuto luogo nei giorni 11 e 12 novembre, in uno dei mercati più famosi di Madrid: Mercado de la Cebada (Mercato dell'Orzo). Molto vicino ai quartieri centrali di Madrid, questo mercato è stato storicamente uno dei più frequentati dai madrileni, ed è un luogo riconosciuto soprattutto per la sua tradizionale specializzazione in pesce fresco e di eccellente qualità. Purtroppo, ora corre lo stesso pericolo di molti altri dei 48 mercati madrileni ancora in funzione: abbandono delle attività più artigianali; mancanza di varietà e concorrenza; scarsa immaginazione di gran parte dei suoi commercianti e pressione da parte dei grandi centri commerciali per trasformare il mercato tradizionale in un supermercato anonimo o in un presunto centro gastronomico rivolto essenzialmente ai turisti. Il tentativo di sensibilizzazione è in questi casi, pertanto, duplice: difendere e diffondere l'idea di pesce sostenibile, tutelare l'autenticità e la continuità del mercato.

 

La mattina di venerdì 11 è stata dedicata a un percorso lungo diverse bancarelle di pesce insieme a vari gruppi di alunni delle scuole elementari del posto. Un vero e proprio avvenimento per loro, che accompagnati per mano dalle maestre e dai soci della condotta di Madrid, e con la collaborazione degli stessi pescatori, hanno potuto vedere e toccare pesci grandi e piccoli, molluschi, crostacei... e hanno potuto imparare i nomi della grande varietà di prodotti del mare che qualunque consumatore accorto può, ancora oggi, trovare nei mercati madrileni. E alla fine, qualcosa di semplice, una degustazione di cozze che i bambini hanno fatto in mezzo a una gran confusione.

 

La mattina del sabato è stata dedicata agli adulti, quasi tutti abitanti del quartiere, alcuni di loro sorpresi per un'attività del genere. Alla già abituale esposizione di immagini estratte dalle pubblicazioni Slow Food e alla campagna di Slow Fish, si è aggiunto in questa occasione un film sulle attività di pesca artigianale della confraternita di pescatori di Lira (Galizia - Costa della Morte), e l'abituale chiacchierata dei responsabili della nostra condotta sulla necessità di imparare di nuovo a utilizzare i pesci che non tanto tempo fa facevano parte della dieta quotidiana dei nostri genitori. Miguel López Castanier e Germán Berlanas Breña hanno curato, ancora una volta, la parte tecnica realizzando una dimostrazione culinaria di "merluzzo giallo confit su purea di cavolfiore e olio di frutta secca" e "sauté di seppie con verdure al Jerez", per poi stuzzicare i nostri palati con sformati di sgombro e "empanadas" di sardine, mentre soci, amici e abitanti del quartiere continuavano a bollire cozze che i partecipanti hanno consumato con salse variopinte.

 

La condotta Slow Food di Madrid continuerà la sua campagna Slow Fish nel 2012, con nuove attività nei mercati già in programma per i mesi di maggio e giugno.

 

 

 


|







Intervieni nella discussione


   
Nominativo
 
Email
 
Intervento
   

Controllo di sicurezza

Inserisci nel campo di testo le due parole che ti vengono proposte. Questo sistema serve per evitare l'inserimento di interventi da parte di sistemi di spam.

 
 
 


 

Cos'è

In questa sezione, rendiamo omaggio a tutti gli uomini e le donne delle nostre reti: pescatori, acquacoltori, cuochi, consumatori, giornalisti, educatori, volontari, soci di convivium e condotte e tanti altri che con i loro gesti piccoli e grandi si attivano per produrre e consumare pesce in maniera responsabile.

Chi di voi vuole raccontare la propria storia, può farlo scrivendo a: slowfish@slowfood.com

 

Ultimi articoli
 
 
Slow Fish | Partners Lighthouse Foundation. Fondazione Slow Food per la Biodiversità ONLUS
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab