Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 

Per saperne di più   |   Attualità   |   Area Stampa

|

English - Français - Italiano - Español - Deutsch
 
 

Ricerca

   
   
 
 
 
 
Slow Fish - Le poisson bon, propre et juste
 

Ricerca

Inserisci una o più parole da ricercare negli articoli


 

Slow Fish in Azione


Il Pesce Locale

in occasione del Terra Madre Day


Le comunità del cibo promuovono e difendono la pesca su piccola scala in giro per il mondo con la campagna ‘mangiare locale' in occasione del Terra Madre Day.

Uno dei prodotti più difficili da scegliere per riempire una borsa della spesa buona, pulita e giusta è il pesce. A causa della dominazione del mercato da parte di alcune specie note a livello internazionale, - e si tratta spesso di pesci di allevamento o pescati in modo poco sostenibile-, la maggior parte della gente non conosce più i prodotti che si possono trovare nelle nostre acque locali. I piccoli pescatori e alcuni dei pesci più strani e meno conosciuti sono stati al centro delle celebrazioni della campagna ‘mangiare locale' delle comunità della rete Slow Food, nei numerosi eventi Terra Madre Day del 10 dicembre.

Tra questi si segnala una gita per gli studenti organizzata da Slow Food Sharplaninska al Lago Dojran nel sud est della Macedonia per vedere il metodo particolare della Pesca con i Cormorani che vi è ancora praticata. Cercando di dare meno disturbo possibile all'ecosistema delle acque basse del lago, i pescatori hanno fabbricato dei divisori sull'acqua chiamati Mandri, lasciando che i cormorani orientassero i pesci verso queste trappole di giunco. Più comune in Giappone e in Cina, la pesca con i cormorani sta scomparendo nel mondo ed è sempre stata rara in Europa. Il Convivium spera che molto presto il prodotto dei pescatori possa entrare a far parte dell'Arca del Gusto di Slow Food.

In un paese dove il pesce è una delle più importanti risorse locali, ma dove i pescatori combattono per sopravvivere, i convivia estoni di Tallin hanno dedicato il loro Terra Madre Day alla celebrazione del Putting the Fishermen First! (I Pescatori Prima di Tutto!) Sull'isola di Saaremaa, la seconda isola più grande del mare Baltico, i membri si sono riuniti per affumicare della passera pianuzza e preparare diversi piatti tipici con del pesce fresco ed essiccato, insieme ai pescatori invitati a parlare delle loro esperienze. Il convivium ha appoggiato i pescatori per qualche tempo con corsi di formazione sulla produzione e sull'igiene, sperando che il loro lavoro e la loro cultura sopravvivano fino alla prossima generazione.

Il restaurante Moshi di Londra ha invitato gli amanti del pesce all'evento Scoperta del pescecane, promuovendo così questo prodotto della Cornovaglia che è stato presentato da una comunità di pescatori di Terra Madre. Una volta, un tipo di pescecane, il gattuccio, era cosi poco popolare come alimento che veniva usato come esca. Tuttavia, con la sua composizione densa e il suo sapore particolarmente fresco, è stato riscoperto come alternativa all'anguilla, che è oggi sulla lista delle specie a rischio d'estinzione. Gli chef inglesi hanno servito dei sushi temaki di pescecane per raccogliere fondi per i progetti di Slow Food.

In varie città americane, lungo la costa del nord ovest, i membri di Slow Food si sono ritrovati in laboratori per l'evento Conservare il pesce per il futuro. Un giorno intero di feste per mettere in conserva e imparare l'arte del fare conserve di pesce. L'intero pescato di tonno albacora della stagione (thunnus alalunga) - pescato con la lenza da pescatori certificati dal Marine Stewardship Council e indicato come ‘Miglior Scelta' nella lista del Monterey Bay Aquarium's Seafood Watch - è stato messo in giare seguendo una vecchia ricetta bretone. Nel frattempo, in Nigeria, il convivium Slow Food dello Stato di Ogun ha organizzato un laboratorio su come Conservare il Pesce Locale assieme a pescatori del luogo che hanno insegnato i metodi tradizionali di affumicatura del pesce-gatto, trasmettendo cosi conoscenze, tradizioni alimentari e sapori.

Infine, nella Isla Mujeres nel sud del Messico, il Meeting dei Pescatori della Penisola del Yucatan ha riunito tre diverse cooperative di pescatori per creare una rete locale di piccoli pescatori. Pescatori e piscicoltori delle cooperative delle Granjas Marinas Isla Mujeres, Molluscos del Mayab e Celestun Bioshphere Reserve hanno potuto confrontare le loro esperienze e parlare dei principi di Slow Food nelle loro attività mettendo l'accento sull'allevamento sostenibile di pesci locali.


|







Intervieni nella discussione


   
Nominativo
 
Email
 
Intervento
   

Controllo di sicurezza

Inserisci nel campo di testo le due parole che ti vengono proposte. Questo sistema serve per evitare l'inserimento di interventi da parte di sistemi di spam.

 
 
 


 

Cos'è

In questa sezione, rendiamo omaggio a tutti gli uomini e le donne delle nostre reti: pescatori, acquacoltori, cuochi, consumatori, giornalisti, educatori, volontari, soci di convivium e condotte e tanti altri che con i loro gesti piccoli e grandi si attivano per produrre e consumare pesce in maniera responsabile.

Chi di voi vuole raccontare la propria storia, può farlo scrivendo a: slowfish@slowfood.com

 

Ultimi articoli
 
 
Slow Fish | Partners Lighthouse Foundation. Fondazione Slow Food per la Biodiversità ONLUS
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab