Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 

Per saperne di più   |   Attualità   |   Area Stampa

|

English - Français - Italiano - Español - Deutsch
 
 

Ricerca

   
   
 
 
 
 
Slow Fish - Le poisson bon, propre et juste
 

Ricerca

Inserisci una o più parole da ricercare negli articoli


 

Slow Fish in Azione


I pesci della Loira (Francia)

Il gusto del fiume libero nei nostri piatti


«Non sarebbe più ragionevole mangiare il pesce di un fiume vicino piuttosto che quello appartenente a stock ittici ormai decimati, portati sulle nostre tavole da flotte di imbarcazioni industriali, dopo un percorso di migliaia di chilometri?», chiedono i 14 pescatori della Loira appartenenti a una comunità di Terra Madre.

Il progetto di questi “giardinieri del fiume” ha come obiettivo la promozione e la valorizzazione del loro pescato, di mestieri e metodi tradizionali per una pesca sostenibile, la ricerca del piacere del consumatore, il recupero ambientale e la creazione di un’offerta turistica responsabile. Protagonisti di questo sforzo sono cinque condotte Slow Food coordinate da Slow Food Tours Val de Loire, Wwf Francia (programma Rivières Vivantes) e un gruppo di soggetti pubblici locali (regioni, province, comuni, ecc.) già impegnati nel progetto Plan Loire Grandeur Nature. Grazie a questo impegno congiunto, specie ittiche come l’alosa o la lampreda sono cresciute in pochi anni passando da qualche centinaia a 90 mila unità.

Nel mese di aprile è stato inaugurato il Mese dei pesci della Loira, un’iniziativa che si struttura in conferenze, programmi televisivi, comunicazione sulla stampa locale e nazionale, ma anche cene e degustazioni su pesci migratori e sedentari della Loira ospitate da oltre 30 ristoranti della zona che lavorano in stretta collaborazione con i pescatori locali. L’intento è di spingere abitanti e turisti a riscoprire il gusto di nutrirsi con i prodotti ittici indigeni, imparando a conoscere il fiume e il mondo della pesca sostenibile.

I pescatori professionisti che operano con tecniche artigianali selettive ed ecocompatibili si sono riuniti in un’associazione creando un marchio, Poissons Sauvages du Bassin de la Loire, a garanzia dell’estrema freschezza del pescato, dell’alta qualità della carne e della sua provenienza da un ambiente integro. Il commercio di questi prodotti favorisce la creazione di circuiti virtuosi di produzione, vendita e consumo locale sostenibile.


Per maggiori informazioni clicca qui o contatta:


Referente della comunità dei pescatori del bacino della Loira:
Philippe Boisneau
philippe.boisneau@wanadoo.fr

Responsabile della condotta Slow Food - Val de Loire:

Stéphane Merceron
slowfood-tours@wanadoo.fr


|







Intervieni nella discussione


   
Nominativo
 
Email
 
Intervento
   

Controllo di sicurezza

Inserisci nel campo di testo le due parole che ti vengono proposte. Questo sistema serve per evitare l'inserimento di interventi da parte di sistemi di spam.

 
 
 


 

Cos'è

In questa sezione, rendiamo omaggio a tutti gli uomini e le donne delle nostre reti: pescatori, acquacoltori, cuochi, consumatori, giornalisti, educatori, volontari, soci di convivium e condotte e tanti altri che con i loro gesti piccoli e grandi si attivano per produrre e consumare pesce in maniera responsabile.

Chi di voi vuole raccontare la propria storia, può farlo scrivendo a: slowfish@slowfood.com

 

Ultimi articoli
 
 
Slow Fish | Partners Lighthouse Foundation. Fondazione Slow Food per la Biodiversità ONLUS
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab