Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 

Per saperne di più   |   Attualità   |   Area Stampa

|

English - Français - Italiano - Español - Deutsch
 
 

Ricerca

   
   
 
 
 
 
Slow Fish - Le poisson bon, propre et juste
 

Ricerca

Inserisci una o più parole da ricercare negli articoli


 

Slow Fish in Azione


Slow Food on Film

Nel suo genere, il festival internazionale Slow Food on Film (organizzato dal 2005 con cadenza biennale e poi annuale in Italia) è unico nel panorama culturale mondiale. Presenta documentari, film e corti metraggi che mettono in luce vari aspetti della filiera alimentare. Commuovono, fanno ridere e arrabbiare: in ogni caso fanno riflettere.

Eccone qualcuno dedicato alla pesca:


I dannati del mare
(Belgio 2008) - Rhalib Jawad

Essaouira è una piccola città marocchina sulla costa Atlantica. Una volta era il primo porto al mondo per la pesca delle sardine, ma oggi il pesce ha abbandonato le sue acque. Migliaia di piccoli pescatori marocchini di Essaouira, Safi e Agadir si sono trasferiti a sud fino a Dakhla, nel Sahara, con la speranza di trovare pesce. A quel punto inizia una battaglia infernale, i pescatori disperati, contro i pescherecci a strascico stranieri che li hanno privati dei loro mezzi di sussistenza, dragando le acque con enormi reti in grado di distruggere interi ecosistemi. Chi si prenderà la responsabilità di questa sentenza di morte?



Oro rosso

(USA, 2008) - Travis Rummel, Ben Knight

I fiumi Kvichak e Nushagak, habitat dei salmoni rossi, si trovano nella regione di Bristol Bay nel Sud Ovest dell'Alaska. Le compagnie minerarie Northern Dynasty Minerals e Anglo American si alleano con l'idea di costruire in questa zona le miniere più grandi del mondo. Le autorità promettono che i progetti non causeranno danni ambientali ma le possibili ricadute sull'ecosistema locale preoccupano gli abitanti di Bristol Bay. Red Gold documenta la crescente inquietudine dei nativi, dei commercianti e dei pescatori sportivi dell'Alaska.


I bravi pescatori
(Olanda, 2008) - Michiel Zwaanswijk & Pepin Kortbeek

Simpatico e rivelatore ritratto di giovani pescatori, che praticano un alternativo ed antico metodo di pesca. La piccola compagnia di pesca "Goede Visers" di Jan Geertsema's è stata la prima ad avere un certificato di sostenibilità.


Il pirata dei mari
(USA, 2008) - Ron Colby 

Il capitano Paul Watson, il più giovane membro fondatore di Greenpeace Canada, organizzò le prime campagne di protesta contro l'uccisione delle foche, delle balene e dei delfini prima di venire espulso dall'organizzazione per il suo attivismo estremista. Decise quindi di creare una propria organizzazione, la Sea Shepherd Conservation Society, con la quale cominciò ad affondare le baleniere illegali, impedendo per 10 anni la caccia alle foche nelle isole britanniche e riuscendo ad arrestare l'uccisione dei delfini delle isole di Iki, in Giappone. Questo documentario racconta gli ultimi cinque anni della sua attività.


Diventa acqua, amico mio
(Italia, Uzbekistan, 2009) - Antonio Martino

"ciò che è oggi non è quello che era ieri né quello che sarà domani". In questa frase la disperazione e rassegnazione degli ex-pescatori di Muynaq, piccola cittadina affacciata su quelle che erano le sponde del Lago di aral. La città, ormai fantasma, e i suoi abitanti sono vittime di un inarrestabile disastro ambientale in atto ormai da decenni.


Il bar dei pescatori
(Francia, 2007) - Al Hadi Ulad Mohand

E inverno nel Nord del Marocco, e i pescatori trascorrono il loro tempo controllando le loro navi dall'interno di un bar al porto. Sfidando il clima avverso e le autorità portuali, Monsour decide di uscire in mare per procurare il cibo alla sua famiglia. La sua assenza sconvolge la vita del bar e dei suoi avventori.

Mare Nostrum
(Italia, 2008) - Sabrina Giannini

Il nostro è un paese circondato dal mare che importa il 70 per cento del pesce che consuma. E la conseguenza di una fallimentare gestione del mare che per due decenni ha consentito uno sfruttamento delle risorse oltre ogni limite.


|







Intervieni nella discussione


   
Nominativo
 
Email
 
Intervento
   

Controllo di sicurezza

Inserisci nel campo di testo le due parole che ti vengono proposte. Questo sistema serve per evitare l'inserimento di interventi da parte di sistemi di spam.

 
 
 


 

Cos'è

In questa sezione, rendiamo omaggio a tutti gli uomini e le donne delle nostre reti: pescatori, acquacoltori, cuochi, consumatori, giornalisti, educatori, volontari, soci di convivium e condotte e tanti altri che con i loro gesti piccoli e grandi si attivano per produrre e consumare pesce in maniera responsabile.

Chi di voi vuole raccontare la propria storia, può farlo scrivendo a: slowfish@slowfood.com

 

Ultimi articoli
 
 
Slow Fish | Partners Lighthouse Foundation. Fondazione Slow Food per la Biodiversità ONLUS
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab