Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 

English - Italiano

 
 
Slow Europe
 
 
 
 
Slow Europe
 

Cooperazione

Lo spirito di comunità



L'idea di cooperazione e sviluppo di Slow Food si fonda su una visione del cibo come motore del cambiamento. È un approccio olistico che ruota intorno al cibo, ma comprende molte altre tematiche normalmente considerate slegate tra di loro: la biodiversità, la tutela dell'ambiente, la promozione delle comunità locali, delle loro tradizioni e della loro cultura, una giusta remunerazione dei produttori.

Proteggere i prodotti alimentari, le varietà vegetali e le razze animali, per Slow Food, significa tutelare una comunità.

 

Ecco perché ha coniato il termine comunità del cibo per descrivere le tante attività e professioni legate alla produzione e alla filiera alimentare: dai custodi dei semi, cuochi, contadini e pescatori ai raccoglitori di prodotti selvatici, allevatori, studiosi e molti altri.
Oggi esistono comunità del cibo in oltre 130 Paesi, unite in una rete la cui parola d'ordine è "cooperazione".

 

Oltre ad avere un ruolo fondamentale in termini di sicurezza e sovranità alimentare, la tutela dei prodotti alimentari locali ha anche un profondo impatto sociale e culturale. I micro interventi di Slow Food in tutto il mondo hanno un grande significato simbolico per ogni singola comunità.
Indubbiamente contribuiscono a risolvere le situazioni problematiche e di crisi e a produrre risultati economici, ma fanno anche molto, molto altro. Innalzare il profilo culturale di un prodotto alimentare consente di ricostruire l'orgoglio e la dignità di coloro che lo coltivano e lo trasformano. Oltre a garantire denaro e supporto tecnico, i progetti di Slow Food consentono di acquistare fiducia in se stessi e motivazione. 



 
 
Documenti
Il modello delle comunità del cibo nell'azione di Slow Food in Africa

Italiano
Inglese

Development and cooperation - Overview

Inglese


Il giro del mondo in 80 progetti Slow Food

Italiano
Inglese


Per saperne di più dell'approccio di Slow Food alla cooperazione:

 
 

Focus on

Slow Food Italia: «Ogm: necessario il rispetto della legalità in Friuli»
Italy | 16/07/2014
Con riferimento alla lettera inviata in data odierna dalla Task Force per un’Italia libera da Ogm...

Premio Onu a Carlo Petrini: progetti che cambiano la vita
Italy | 09/07/2014
Arriva dall’Onu l’ultimo riconoscimento dato a Carlo Petrini nell’ambito del primo Torino...

Slow Food Italia: il semestre europeo a presidenza italiana occasione per lasciare il segno sulle importanti questioni legate al cibo
Belgium | 02/07/2014
Gaetano Pascale, neo-eletto presidente di Slow Food Italia, dichiara: «La presidenza italiana del Consiglio UE è sicuramente un’occasione unica per il nostro Paese per segnare la direzione da prendere su importanti temi, in primis la normativa sulle sementi e gli Ogm, ma anche il benessere animale e il diritto al cibo. Per questo porgiamo i nostri migliori auguri al presidente Renzi e alla sua squadra. Speriamo che l’Italia lasci la sua impronta sul futuro dell’Europa, portando avanti rilevanti riforme nei campi dell’economia, della politica agricola, energetica e dell’immigrazione. Auspichiamo la nascita di una Politica Alimentare Comune, che guardi al sistema alimentare con un approccio olistico, promuovendo la lotta allo spreco, la tutela della biodiversità e un maggiore sostegno al ruolo dei produttori locali e dei consumatori. Renzi ha auspicato che si ritrovi l’anima dell’Europa, e noi di Slow Food siamo pronti a lavorare ogni giorno perché questo avvenga».

Api: cronaca di un disastro annunciato
United States | 01/07/2014
Una piccola storia di disastro annunciato. La situazione della api, negli Stati Uniti, è al...

A volte ritornano: Syngenta chiede una deroga al bando dei neonicotinoidi
United Kingdom | 27/06/2014
Ricorderete tutti la battaglia condotta all’interno del Parlamento Europeo in merito all’utilizzo...

Slow Europe
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by blulab