Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 

English - Italiano

 
 
Slow Europe
 
 
 
 
Slow Europe
 

Cambiamento climatico

Un'agricoltura più sostenibile



Il cambiamento climatico è una delle sfide più complesse che l'Europa e il resto del mondo devono affrontare. Il fenomeno causa e, se non riusciremo ad arrestarlo, continuerà a causare:
  • danni enormi alle economie del pianeta;
  • pericoli per la salute pubblica;
  • maggiore povertà;
  • inasprimento di conflitti per l'accesso alle risorse naturali, in particolare all'acqua;
  • migrazione ambientale.

 

Una delle prime cause del cambiamento climatico è il sistema alimentare, in cui l'agricoltura, la produzione alimentare, il trasporto e la commercializzazione consumano più energia proveniente da carburanti fossili di qualsiasi altro settore industriale.

 

L'effetto serra e l'inquinamento sono inaspriti dal sistema agroalimentare industriale, con gli allevamenti intensivi che emettono enormi quantità di sostanze inquinanti nell'atmosfera. Tutti questi fattori contribuiscono in maniera devastante al cambiamento climatico.

 

Slow Food crede che abbandonare il sistema agroalimentare e adottare pratiche agricole sostenibili sia un modo importante per combattere e prevenire il cambiamento climatico.

 

Il tipo di agricoltura che Slow Food auspica:

  • dipende in minor misura dai carburanti fossili;
  • adotta tecniche progettate per mantenere l'umidità e il biossido di carbonio nel suolo;
  • previene l'erosione del suolo;
  • rallenta la desertificazione;
  • gestisce le risorse idriche con maggior efficienza.

 

Un'agricoltura di questo tipo darebbe un contributo essenziale alla lotta contro il cambiamento climatico.



 
 
Documento di posizione
Su cibo e cambiamento climatico

English 
Italiano

 

Focus on

Slow Food Italia: «Ogm: necessario il rispetto della legalità in Friuli»
Italy | 16/07/2014
Con riferimento alla lettera inviata in data odierna dalla Task Force per un’Italia libera da Ogm...

Premio Onu a Carlo Petrini: progetti che cambiano la vita
Italy | 09/07/2014
Arriva dall’Onu l’ultimo riconoscimento dato a Carlo Petrini nell’ambito del primo Torino...

Slow Food Italia: il semestre europeo a presidenza italiana occasione per lasciare il segno sulle importanti questioni legate al cibo
Belgium | 02/07/2014
Gaetano Pascale, neo-eletto presidente di Slow Food Italia, dichiara: «La presidenza italiana del Consiglio UE è sicuramente un’occasione unica per il nostro Paese per segnare la direzione da prendere su importanti temi, in primis la normativa sulle sementi e gli Ogm, ma anche il benessere animale e il diritto al cibo. Per questo porgiamo i nostri migliori auguri al presidente Renzi e alla sua squadra. Speriamo che l’Italia lasci la sua impronta sul futuro dell’Europa, portando avanti rilevanti riforme nei campi dell’economia, della politica agricola, energetica e dell’immigrazione. Auspichiamo la nascita di una Politica Alimentare Comune, che guardi al sistema alimentare con un approccio olistico, promuovendo la lotta allo spreco, la tutela della biodiversità e un maggiore sostegno al ruolo dei produttori locali e dei consumatori. Renzi ha auspicato che si ritrovi l’anima dell’Europa, e noi di Slow Food siamo pronti a lavorare ogni giorno perché questo avvenga».

Api: cronaca di un disastro annunciato
United States | 01/07/2014
Una piccola storia di disastro annunciato. La situazione della api, negli Stati Uniti, è al...

A volte ritornano: Syngenta chiede una deroga al bando dei neonicotinoidi
United Kingdom | 27/06/2014
Ricorderete tutti la battaglia condotta all’interno del Parlamento Europeo in merito all’utilizzo...

Slow Europe
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by blulab