Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 

English - Italiano

 
 
Slow Europe
 
 
 
 
Slow Europe
 

La biodiversità

…è vita



La biodiversità, ovvero l'insieme degli ecosistemi e degli esseri viventi, animali e vegetali, che popolano il nostro pianeta:
  • è vitale per la sopravvivenza della razza umana e il raggiungimento della sicurezza alimentare;
  • è uno dei fondamenti dell'esistenza dell'uomo: fornisce risorse essenziali come cibo, fibre, aria, acqua e così via;
  • consente lo sviluppo e l'evoluzione di agricoltura e tecniche agricole, metodi di raccolta e trasformazione, tecniche di cucina, consumo degli alimenti e riti conviviali;
  • è strettamente legata all'identità delle comunità;
  • consente alla natura di sopravvivere adattandosi al cambiamento ambientale e climatico.

 

Da sempre Slow Food promuove la difesa della biodiversità, prestando attenzione non solo alle specie selvatiche ma anche a quelle domestiche, frutto di migliaia di anni di selezione da parte di comunità contadine e pastorali, e ai prodotti trasformati tradizionali, risultato di saperi trasmessi di generazione in generazione.

 

Senza la biodiversità la natura sarebbe destinata all'estinzione. Oggi, però, è gravemente minacciata da sistemi agricoli industrializzati, inquinamento, edilizia selvaggia e dai meccanismi del mercato globale, oltre che dalla diffusione degli organismi geneticamente modificati.

 

Per millenni, le specie usate per l'alimentazione umana e l'agricoltura sono state circa 10.000. Oggi il 90% del cibo consumato dall'uomo proviene da 120 specie e solo 12 specie vegetali e cinque razze animali rappresentano oltre il 70% dell'intero consumo alimentare umano.
Secondo le stime, tre quarti della diversità genetica delle colture agricole sono scomparsi nell'ultimo secolo.

 

Un terzo delle razze bovine, ovine e suine autoctone sono scomparse o sono sull'orlo dell'estinzione, e molti alimenti trasformati tradizionali (pani, carni conservate, formaggi, ecc.) corrono lo stesso rischio.

 

Da un punto di vista ambientale, economico, sociale e culturale, si tratta di perdite gravissime.

 

Slow Food contribuisce alla protezione della biodiversità promuovendo la conoscenza (con la mappatura di prodotti tradizionali, razze autoctone e varietà vegetali ed ecotipi locali) e sostenendo le filiere (coltivazione, allevamento, trasformazione).

Vai sul sito della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus



 
 
Documento di posizione
Sulla biodiversità

Italiano
Inglese


I Presìdi Slow Food rappresentano un'opportunità per il futuro della montagna?

Italiano
Inglese


I Presìdi Slow Food in Europa,
un modello di sostenibilità

Italiano
Inglese



Inventario e valutazione delle buone pratiche sul ruolo dei piccoli produttori nella tutela della biodivesità e degli ecosistemi

Italiano
Inglese

 



Intervento del segretario generale della Fondazione Slow Food per la Biodiversità al VI Congresso Mondiale di Slow Food

Italiano
English

 

Focus on

Un Presidio sotto assedio
Mexico | 17/04/2014
Nella Sierra Norte di Puebla, il Presidio del miele di ape nativa è in pericolo. L'industria...

Così ai cittadini viene servita una pietanza poco digeribile
Belgium | 16/04/2014
Il presidente di Slow Food Carlo Petrini chiede quale sarà il futuro del cibo e la libertà del...

Piccole mele e reni di maiale
Belgium | 15/04/2014
Più di 6000 pasti gratuiti preparati con 1500 chili di cibo buono, ma destinato alla discarica....

Primavera silenziosa - Un ricordo di Rachel Carson
United States | 14/04/2014
Il 14 aprile del 1964, in una giornata di piena primavera di cinquant’anni fa, moriva Rachel...

Ogm: aspettando la sentenza del Tar
Italy | 09/04/2014
Era attesa per oggi la sentenza del Tar del Lazio, che si sarebbe dovuto pronunciare sul ricorso...

Slow Europe
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by blulab