Featured news

Tutto esaurito al Salone del Gusto e Terra Madre – Petrini: «La rete è una forza irreversibile»

Tutto esaurito al Salone del Gusto e Terra Madre – Petrini: «La rete è una forza irreversibile»

«Dedicherei questa edizione alla memoria di Davide Ghirardi, nostro collega prematuramente scomparso ieri, parte integrante di quella squadra che ha contribuito al successo di questo evento». Inizia così un commosso Carlo Petrini, … Continua

Continue

Raccolta firme contro TTIP e CETA

E’ iniziata la raccolta firme per fermare i negoziati tra Unione europea e Stati Uniti sul trattato commerciale transatlantico (Transatlantic Trade and Investment Partnership – TTIP) e quelli tra Unione … Continua

Continue

Sostenibilità alimentare: una promessa mancata?

La Commissione europea si era presa un chiaro impegno per la sostenibilità del sistema alimentare. Ma finora non l’ha mantenuta. La sostenibilità è un tema d’interesse per la grande maggioranza … Continua

Continue

Slow Food ospita il Consiglio informale dei 28 Ministri europei dell’agricoltura e della pesca presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

Lunedì 29 settembre, Slow Food ha avuto l’onore di ospitare i 28 ministri europei dell’agricoltura e della pesca presso l’Università di Scienze Gastronomiche (UNISG) per un incontro informale che ha visto gli interventi del … Continua

Continue

La nostra idea di Europa

Da oltre 20 anni, Slow Food difende i piccoli produttori artigianali e sensibilizza i consumatori per creare un sistema alimentare più sostenibile, basato sul piacere e sulla condivisione di un cibo buono, pulito e giusto.
Oggi è giunto il momento di dialogare con le istituzioni europee per promuovere la nostra filosofia e per trovare soluzioni comuni. Questa collaborazione è fondamentale per definire politiche migliori, capaci di gestire i paradigmi della produzione alimentare e i problemi a essi correlati, come il cambiamento climatico, il rischio di perdita di biodiversità e il nostro impatto sui Paesi in via di sviluppo.
Le politiche future influenzeranno tutti noi. Ecco perché invitiamo tutti i cittadini europei a partecipare al dibattito… e a unirsi a Slow Food!