Featured news

500 organizzazioni inviano una lettera aperta al presidente della CE Juncker: “In Europa 500 ettari di terra si degradano ogni giorno, serve subito una legge specifica per proteggere il suolo”

500 organizzazioni inviano una lettera aperta al presidente della CE Juncker: “In Europa 500 ettari di terra si degradano ogni giorno, serve subito una legge specifica per proteggere il suolo”

La lettera fa riferimento all’obiettivo dell’ONU di “fermare la degradazione del suolo a livello globale entro il 2030” ed è indirizzata alla Commissione Europea, a cui si chiede di fare la sua parte, dal momento che le politiche europee hanno importanti ricadute sui terreni del resto del mondo.

Continue

Il Tribunale Monsanto emette il verdetto: lesi i diritti umani fondamentali

È stato finalmente espresso all’Aja il parere della Corte internazionale del Tribunale Monsanto: l’attività dell’azienda è risultata a tutti gli effetti lesiva dei diritti fondamentali.

Continue

Quanto suolo ci resta

La percezione della limitatezza e indispensabilità del suolo non sono così diffuse e radicate quanto dovrebbero. L’aria si respira, l’acqua si beve, mentre il suolo non si mangia (direttamente), tutt’al … Continua

Continue

Le conseguenze dei cambiamenti climatici sull’agricoltura UE

Nella giornata di martedì è stato presentato al Parlamento europeo dagli autori Kaley Hart & Ben Allen (Institute for European Environmental Policy), lo studio richiesto dalla Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale dal titolo “The consequences of climate change for EU agriculture: follow-up to the COP21 UN Paris Climate Change Conference”.

Continue

La nostra idea di Europa

Da oltre 20 anni, Slow Food difende i piccoli produttori artigianali e sensibilizza i consumatori per creare un sistema alimentare più sostenibile, basato sul piacere e sulla condivisione di un cibo buono, pulito e giusto.
Oggi è giunto il momento di dialogare con le istituzioni europee per promuovere la nostra filosofia e per trovare soluzioni comuni. Questa collaborazione è fondamentale per definire politiche migliori, capaci di gestire i paradigmi della produzione alimentare e i problemi a essi correlati, come il cambiamento climatico, il rischio di perdita di biodiversità e il nostro impatto sui Paesi in via di sviluppo.
Le politiche future influenzeranno tutti noi. Ecco perché invitiamo tutti i cittadini europei a partecipare al dibattito… e a unirsi a Slow Food!