Slow Food
   

Terra Madre Day: una celebrazione globale di culture gastronomiche locali


Italy - 01 Dec 11

Ecco gli eventi registrati fino a oggi: www.slowfood.com/terramadreday

Il 10 dicembre i soci Slow Food e gli aderenti alla rete di Terra Madre in tutto il mondo si uniranno idealmente per celebrare il Terra Madre Day. Festival gastronomici, cene a tema, mercati contadini, eventi culturali e conferenze sono solo alcune delle iniziative programmate nella terza edizione della giornata mondiale promossa da Slow Food per celebrare il cibo buono, pulito e giusto prodotto localmente. Al momento sul sito slowfood.com/terramadreday sono registrati più di 600 eventi in 110 Paesi che vedranno oltre 100 mila persone coinvolte, ma il numero continua a crescere di ora in ora.

In Europa molti appuntamenti sono incentrati sul futuro dell’agricoltura e sul ruolo dei giovani contadini. In Romania esponenti politici, contadini e giovani si confronteranno in due dibattiti pubblici sulla riforma della Pac (Politica Agricola Comune) mentre in Olanda giovani da tutta Europa parteciperanno a una conferenza e a una serie di laboratori ad essi dedicati.

Dagli Stati Uniti alla Gran Bretagna, la rete si sta mobilitando con cene e lotterie di raccolta fondi per la creazione di mille orti in Africa, il progetto più ambizioso di Slow Food per l’anno in corso e l’obiettivo principale del Terra Madre Day. Dal suo lancio, a ottobre 2010, sono stati adottati 400 orti in 25 Paesi africani. Il 10 dicembre, i coordinatori di uno di questi orti in Kenya riuniranno i bambini delle scuole, i loro genitori e le comunità vicine per condividere l’importanza dell’iniziativa. Durante la giornata saranno preparati e offerti piatti a base di colture resistenti alla siccità. Per saperne di più sul progetto Mille orti in Africa.

In Australia, Slow Food Brisbane si concentrerà sulla sicurezza alimentare e la riduzione degli sprechi. Il convivium preparerà una cena con cibo ancora edibile ma non più idoneo alla vendita nei supermercati per portare all’attenzione dei consumatori la grande quantità di prodotti che vengono normalmente buttati via a causa dell’attuale sistema produttivo e distributivo.

Una serie di laboratori sull’agricoltura biologica saranno organizzati in Palestina a Hebron, Betlemme, Ramallah e Jenin per contadini, studenti universitari e ortolani alle prime armi. All’Univerità Al Najah di Nablus e a Tulkarem si terranno incontri simili ma con focus specifico su sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile.

In India, a Mawphlang, nello stato di Meghalaya, un festival sulla gastronomia indigena accenderà i riflettori sulla diversità alimentare della regione. Inoltre sono previsti laboratori di educazione al cibo e seminari a tema indirizzati ai più giovani.

A Figueras, in Spagna, 18 ristoranti aderenti alla campagna Km0, che incoraggia gli chef a utilizzare prodotti locali, parteciperanno a una sfida a colpi di piatti della tradizione locale.

I bambini della scuola di Candelaria, a Cuba, festeggeranno il Terra Madre Day piantando alberi nell’orto scolastico e preparando un pranzo per i contadini della loro comunità.

La manioca, ingrediente nativo del Sud America e diffusissimo nei paesi in via di sviluppo, sarà al centro delle attività di due convivium in Brasile. Scopo delle iniziative è supportare la produzione della farina di manioca, attualmente a rischio a causa di leggi troppo restrittive.

Un festival gastronomico sarà dedicato ai meleti di Almaty, in Kazakistan. Le ultime aree boschive in cui cresce la varietà selvatica di mele Sievers si trovano vicino alla cittadina. Negli ultimi 30 anni la superficie di questi boschi è calata del 20% e le mele sono adesso a rischio estinzione. Slow Food gioca un ruolo fondamentale nella protezione di questo patrimonio unico e il Terra Madre Day sarà un’occasione per dare risonanza mondiale a questa mela e al rischio che corre.

Per saperne di più su Slow Food www.slowfood.com
Per saperne di più su Terra Madre www.terramadre.org


Ufficio Stampa di Slow Food Internazionale
Paola Nano, +39 329 8321285, p.nano@slowfood.it
Elisa Virgillito +39 0172419666 e.virgillito@slowfood.it
Anne Marie Matarrese +39 0172419645 a.matarrese@slowfood.it