Assosciati Slow Food
 
 

Download    |    Rassegna stampa

|

Contattaci

 
   
 
 
 
Educazione Slow Food - educazione alimentare e del gusto
 
 

La rete internazionale

Un mosaico di orti scolastici nel mondo


L’orto scolastico di Slow Food è ormai diventato un progetto d'educazione diffuso in tutto il mondo. Gli Stati Uniti ne sono stati gli iniziatori, con il movimento degli School Garden, ma l'Europa ha seguito rapidamente l'esempio, seguita dal Medio Oriente, dall'Oceania, dalle Americhe e ora anche dall'Africa. Con questo progetto, insegnanti di numerosi paesi, accompagnati dalle famiglie e dalle istituzioni locali, migliorano l'approccio all'alimentazione delle nuove generazioni.
Da paese a paese l'orto cambia, adattandosi alla cultura e alle necessità.

Qualche esempio:

Negli Stati Uniti esiste un programma nazionale centrato sulla trasformazione dei prodotti in cucina e sul rifornimento della mensa con prodotti dell'orto scolastico.

In Africa, dal Senegal alla Costa d'Avorio, gli orti scolastici di Slow Food contribuiscono a sfamare, con cibo locale e sano, i bambini, valorizzando al tempo stesso i saperi tradizionali. In Uganda, ad esempio, un progetto del convivium Slow Food di Mukuno coinvolge 17 scuole e offre ad oltre 620 studenti la possibilità di conoscere e coltivare i prodotti locali, che sono poi cucinati nella mensa scolastica.

A Cuba, non lontano da La Havana, è nata una rete di orti urbani, che coinvolge una scuola e più di trenta famiglie. Il cuore del progetto è la dimensione comunitaria: un corso spiega le tecniche di produzione e trasformazione di ortofrutta biologica a volontari di tutte le età, che poi le trasmettono ad altre persone, con l'obiettivo di rendere la comunità autosufficiente.

Nel settembre del 2009, ha preso il via una rete di 12 scuole in 10 paesi europei (Belgio, Bulgaria, Francia, Irlanda, Polonia, Regno Unito-Irlanda del Nord, Romania, Spagna), che lavorano sulle mense e in parallelo sull'educazione alimentare, spesso attraverso l'orto, come succede nella scuola belga di Hoves.

Ancora in Europa, in Austria, le scuole si scambiano le piantine autoctone che coltivano, creando un forte legame all'interno della rete degli orti austriaci.

Slow Food incoraggia tutte le scuole che hanno avviato un orto scolastico, in Italia e nel mondo, a conoscersi, sentendosi parte di una stessa grande rete.


Per conoscere meglio i principali progetti dedicati agli orti scolastici nel Sud del mondo scarica le fotostorie di Cuba, Bielorussia, Costa d'Avorio, Senegal, Uganda.

Per maggiori informazioni:

http://www.slowfood.com/education

  La  rete internazionale La  rete internazionale La  rete internazionale  

Sponsor del progetto

 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab